La pulizia delle scale condominiali

La pulizia delle scale in un condominio è uno degli aspetti fondamentali per la corretta tenuta del decoro dello stabile, oltre ad essere un biglietto da visita indispensabile e subito visibile per chi frequenta o, ancor di più, abita in quel palazzo.

Uno dei maggiori interrogativi che ci poniamo in relazione a questa problematica è: la pulizia delle scale condominiali è obbligatoria?

La risposta alla prima domanda è stata oggetto di diversi dibattiti, nonché di scontri nella vita quotidiana di molti condomini, in merito soprattutto al fatto che un condomino che ha espresso parere contrario in sede di assemblea non può vedersi imporre il risultato della determinazione assunta a maggioranza, in relazione all’obbligo della pulizia delle scale condominiali.

Pulizia scale condominiali: il parere della Cassazione

In merito, si è espressa addirittura la Corte di Cassazione, a seguito di un ricorso promosso dalla proprietaria di un appartamento in un condominio a Roma a seguito della delibera assembleare che, revocando l’affidamento delle pulizie delle scale condominiali ad una ditta specializzata, lo attribuiva ai singoli condomini sulla base di una turnazione che rendeva, difatti, la pulizia delle scale condominiali come obbligatoria.

Ebbene, la Corte di Cassazione, con ordinanza n. 29220/2018, ha dichiarato “affetta da nullità la delibera dell’assemblea condominiale con la quale, senza il consenso di tutti i condomini espresso in apposita convenzione, si modifichino a maggioranza i criteri legali o di regolamento contrattuale di riparto delle spese necessarie per la prestazione di servizi nell’interesse comune (quale quello di pulizia delle scale), venendo a incidere sui diritti individuali del singolo condomino attraverso l’imposizione, come nelle specie, di un obbligo di facere, ovvero di un comportamento personale, spettante in egual misura a ciascun partecipante e tale da esaurire il contenuto dell’obbligo di contribuzione”.

Abbiamo visto, dunque, come la pulizia delle scale sia obbligatoria solo quando siano gli stessi condomini ad obbligarvisi e a decidere se procedere con il fai da te o con l’attribuzione del servizio ad una ditta.

Pulizia delle scale condominiali: quanto costa a Roma?

E qui veniamo al secondo interrogativo, ovvero il quanto costa la pulizia delle scale condominiali? Non è possibile attribuire un prezzo fisso visto che il servizio deve essere modulato sulla base delle esigenze del singolo condominio, ma la pulizia delle scale condominiali a Roma gode di un’ampia scelta tra le offerte disponibili, accessibili e sicure.

Tra l’altro, è sempre possibile accedere all’utilizzo di appositi voucher che permettono innanzitutto di evitare la pulizia delle scale condominiali in nero, dunque in totale dispregio per i diritti dei lavoratori e con il rischio di esporsi a controlli da parte delle forze dell’ordine, oltre alla possibilità di usufruire velocemente di tali voucher nonché di pacchetti cumulativi e periodici.

Occuparsi delle pulizie dei condomini a Roma è semplice, visto che si ha la possibilità di affidare il tutto ad un’impresa specializzata che si occuperà dalla A alla Z della pulizia delle vostre scale!

Vivo al piano terra: sono obbligato a pagare la pulizia delle scale?

Altra incognita, che molti si pongono, è se sia obbligatoria la pulizia delle scale per chi vive al piano terra. Chi infatti si trova in questa particolare collocazione, potrebbe giustamente chiedersi se è obbligatorio o meno partecipare alle spese per la pulizia delle scale condominiali.

Anche in questo caso sono diverse le indicazioni, anche giurisprudenziali, quindi è bene verificare la natura dell’obbligo o meno direttamente nell’atto d’acquisto dell’appartamento per capire se, come proprietario di uno stabile al piano terra, si è o meno esentati dalle spese per la pulizia delle scale condominiali, ascensori ed altre aree comuni che, effettivamente, non vengono direttamente utilizzate.

La pulizia delle scale è certamente per i condomini un’impellenza della quale farebbero a meno ma, purtroppo, non è possibile esimersi dalla stessa. Bisogna provvedere a tutte le necessità di manutenzione dell’immobile per non incorrere, in futuro, in spiacevoli conseguenze dovute all’incuria mostrata negli anni, magari solo per pigrizia o disattenzione.

É sconsigliato occuparsi della pulizia delle scale condominiali non solo facendo ricorso al sistema del fai da te ma anche senza passare per un accordo con l’intero condominio o con lo stesso amministratore.

Perché? Perché rischiereste di ingigantire una questione e di finire davanti ad un giudice per aver bypassato l’assemblea condominiale. Tentare di raggiungere un accordo, facendo ricorso al supporto dell’amministratore di condominio, è certamente più sicuro e semplice.

Intraprendere la pulizia delle scale senza un’intesa tra condomini, senza assemblea di condominio e senza amministratore rischia anche di creare confusione e di non garantire uniformità alla pulizia delle scale che solo l’affidamento ad una ditta esterna può garantire!

La ditta si occupa di tutto, svolgendo il proprio lavoro con una precisa cadenza temporale e togliendoti l’interrogativi incessante dell’ “ogni quanto dobbiamo pulire le scale condominiali?”.

Dimenticati del problema relativo alla pulizia delle scale condominiali! Affidati a chi si occupa di pulizie di condomini a Roma con competenza, professionalità e passione per il proprio lavoro: richiedi subito un preventivo, abbiamo l’offerta che fa per te!

Call Now ButtonChiama Ora

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.