Pulizie Condominiali a Roma: Prezzi e Normative

Occuparsi della manutenzione ordinaria degli spazi comuni del nostro condominio significa prevalentemente occuparsi della pulizia di scale, androni ed ascensori e, quindi, di spazi molto ampi che richiedono una cura specifica, con dei prodotti unicamente dedicati che siano rispettosi della salute di chi ci vive. La scelta migliore è quella di affidarsi ad una ditta che si occupi di pulizie di condominio che sappia svolgere questo lavoro con precisione, puntualità, accuratezza ed attenzione per i particolari.            

Vediamo ora cosa c’è da sapere in merito alla questione delle pulizie condominiali: la normativa da osservare, i prezzi e le offerte presenti sul mercato.

Pulizie condominiali: la normativa

Il settore delle pulizie condominiali osserva una specifica normativa contenuta nel codice civile, utile a dirimere le diverse questioni che potrebbero sorgere tra condomini e vicini di casa sulle questioni riguardanti la pulizia delle scale ed in generale delle aree di competenza comune che potrebbero creare non pochi conflitti tra gli interessati.

In particolare, l’art. 1117 che precisa come le scale siano di proprietà di tutti i condomini (anche di chi vive al piano terra) a meno che non sia l’atto di acquisto o il regolamento condominiale a prevedere il contrario. Cosa significa ciò? Significa semplicemente che tutti hanno l’obbligo di contribuire alla pulizia ed alla manutenzione delle scale, nello specifico sostenendo le spese occorrenti a tali lavori.

L’art. 1130 invece interviene qualora uno o più condomini non volessero rispondere all’obbligo di legge, rifiutandosi di assolvere a tali obblighi. A questo punto sarà l’amministratore di condominio, titolare del decoro del condominio stesso, a portare la questione in sede di assemblea per la discussione relativa alle spese per le pulizie condominiali ed i diversi obblighi.

L’art. 1136 indica invece quelle che sono le maggioranze richieste in assemblea sulle questioni concernenti le pulizie, ovvero la maggioranza dei voti a favore (50% + 1 di coloro che hanno preso parte all’assemblea), nel caso di prima assemblea. In caso di seconda convocazione, 1/3 dei voti dei partecipanti al condominio rappresentanti minimo 1/3 dei millesimi.

Ma come sono ripartite le spese di manutenzione in un condominio?

Risponde a questo interrogativo l’art. 1134 che specifica come della ricostruzione delle scale, e della manutenzione in generale, debbano occuparsi i proprietari dei piani che effettivamente ne abbiano la necessità. La spesa verrà sostenuta per il 50% in maniera ripartita in base al valore dei piani e, per il restante 50%, in misura proporzionale in base all’altezza del piano interessato.

Il contratto con la ditta di pulizie condominiali

Affidarsi ad una ditta specializzata significa stipulare un apposito contratto, sia che si tratti di pulizie condominiali occasionali che periodiche. Intraprendere, infatti, delle pulizie condominiali con un’impresa e in nero, oltre ad essere contro la legge e a pregiudicare la condizione di molti lavoratori, ti esporrebbe inutilmente a sanzioni e a problemi che solo le statuizioni di un contratto per la pulizia delle scale condominiali, posto “nero su bianco”, possono evitare.

Conferire l’incarico ad un’impresa di pulizie condominiali significa avere certezza su tempi, costi ed il rispetto delle prescrizioni normative come quelle relative al codice ateco della ditta (che non può improvvisarsi come esperta del settore se non in possesso delle certificazioni apposite). Inoltre, scegliere un’impresa di pulizie può garantirci la possibilità di consultare il relativo listino prezzi e capire la soluzione che fa al caso nostro, scoprire nuove offerte ed usufruire di appositi voucher per il pagamento, senza avere spiacevoli sorprese o problemi al momento del pagamento, magari anche concordato anticipatamente ma non rispettato in seguito.

Ma quali sono i costi delle pulizie condominiali?

I prezzi delle pulizie condominiali variano da impresa ad impresa ma, per capire quanto costa fare delle pulizie condominiali a Roma, bisogna innanzitutto sapere che, per questo tipo di servizi, si accede ad un’ aliquota pari al 10% di IVA, quota agevolata per questo tipo di manutenzione condominiale, ed in particolare per la pulizia scale.

Proprio per tale motivo, conviene stipulare un contratto che si estenda nel tempo e che comprenda delle pulizie periodiche per le scale del proprio condominio, senza avere ogni volta problemi in merito alla pulizia di scale, androni ed ascensori.

É, inoltre, possibile utilizzare gli appositi voucher per i lavori occasionali, di modo da evitare prestazioni a nero e garantire ai lavoratori un trattamento contributivo e previdenziale adeguato.

I prezzi delle pulizie condominiali a Roma però sono estremamente accessibili ma, soprattutto, danno la possibilità di accedere ad una vastità di offerte per la pulizia delle scale condominiali e per tutti quegli ambienti comuni che necessitano della massima igiene, pulizia e sanificazione, soprattutto in questo momento storico.

Contattaci per richiedere un preventivo! Risponderemo ad ogni tua esigenza particolare, con ampia flessibilità sulle giornate di lavoro, massima discrezione e velocità di esecuzione grazie al supporto di personale qualificato e specializzato nel settore delle pulizie condominiali. Ti aspettiamo!

Contatta Roma Servizi

* Flaggando questa casella accetti la nostra Privacy Policy

Call Now ButtonChiama Ora

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.